• +39 340 844 0449
  • Viale Montegrappa nr. 28 – 24047 Treviglio (BG)
  • Lun-Ven. 09:00 - 18:00
Sede Legale

Vuoi verificare se il tuo broker è nostro associato?

Benefici del modello di Assoben

Assoben promuove solo chi vende elettricità da fonte rinnovabile con Garanzia d’Origine
L'associazione si rivolge solo a chi acquista energia da impianti di produzione a basso impatto ambientale e sociale
L'associazione valuta la responsabilità sociale dei produttori e non acquista da chi produce energia fossile
Giorno dopo giorno Assoben coltiva l’interazione con i soci per un’impresa sempre più condivisa e partecipata
Assoben ha finalità mutualistica e promuove le reti e il coinvolgimento delle comunità
Assoben da l’opportunità ai propri soci di rivolgersi solo a consulenti accreditati e referenziati, evitando cosi l’inconveniente di trovarsi ingannati da truffatori.
Garantisce un prezzo dell’energia equo, che si riduce al crescere del numero dei soci

Perché un professionista deve associarsi ad ASSOBEN?

Riconoscimento ufficiale della propria Professionalità a livello Nazionale
Consulenze gratuite dei nostri esperti in materia di forniture di Energia, gas, Efficientamento Energetico
Newsletter dedicata
Garantiamo la difesa dei diritti dei professionisti del settore vigilando sulla condotta commerciale degli stessi , offrendo un servizio di tutela per i consumatori aziende e privati.
Tessera di riconoscimento dell’associato azienda o libero professionista.
Primo Parere legale gratuito dal Nostro studio Convenzionato.
Possibilità di Aderire alle Convenzioni Attive con: banche, assicurazioni, hotel, distributori di benzina, ristoranti.

News

AGGIORNAMENTO NORMATIVO Energia: cala ancora il gas -6,7%, elettricità +3,3% per equilibrio sistema
BOLLETTE DELLA LUCE – ANCORA AUMENTI DAL 1 LUGLIO 2019
Il decreto-legge n.34/2019 (cd. decreto crescita)

Le letture stimate e la difesa del territorio Italiano

Le letture stimate e la difesa del territorio Italiano, In questa puntata ho fatto due interventi appassionati per quanto riguarda L’ingiustizia delle letture stimate e di come il governo ignora il problema e poi ho parlato della difesa del territorio Italiano perchè non dobbiamo avere paura di amare il nostro paese ( vedi il link sotto riportato ). https://www.facebook.com/groups/1526036107580843/permalink/1584458708405249/?xts%5B0%5D=68.ARC7t21D10A5pCNuZJ-ULTvV6Kf08-z8KyyYXirozp-UnrCCrqZcCDShrZjWn8udg8bo0vIkuPVD1b3booWXLTWY2he0RGkL9zYtOzN8j073JbFP9ApuLVxidpof5_jhXQhHbSRvRr8tbuYYtNHk-I21-KQXBrPiNc4skql-q1h5I-yinjZduPT9WBYPB6B8Mq8tx_z2j1UsMFxEHmzXNrggrWKGLIS9-hXqtDctXXW99g_LXSpXPCoQWm2BBE7_yrxJiGl405ZMgubSCdXar5M_40_6_M8Cwq72b5DN_J-VXNGzqQqhF1ZGVXUGqoTDlKg&tn=K-R

Lo sapevi che il cig per i settori speciali ( luce e gas ) Non è Obbligatorio !

Caro Cliente e Fornitore di luce e gas, Con il proposito di darti una notizia che possa in qualche modo semplificarti il lavoro o renderlo meno Burocratico e leggermente più agevole copio di seguito il riferimento di legge per quanto in oggetto. E cioè che per le forniture speciali ( luce e gas ) il cig non è obbligatorio. ai sensi della legge 13 agosto 2010 non è necessario procedere alla richiesta del CIG in quanto trattasi di fattispecie per le quali non sussiste l’obbligo di richiesta, come da Fac dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, aggiornate alla data del 23.10.2018 – Quesito A8.  

AGGIORNAMENTO NORMATIVO Energia: cala ancora il gas -6,7%, elettricità +3,3% per equilibrio sistema

Risparmi per la famiglia-tipo di 212 euro/anno complessivi. Milano, 25 giugno 2020 Dopo i forti ribassi del secondo trimestre (-18,3% l’elettricità e -13,5% il gas), nel terzo trimestre del 2020 per la famiglia tipo[1] in tutela ancora un calo per la bolletta del gas, -6,7%, e un rialzo per la bolletta dell’elettricità, +3,3%, legato ai costi per il funzionamento del sistema. Per quanto riguarda gli effetti sui consumatori (al lordo tasse), rispetto allo scorso anno la famiglia tipo beneficia di un risparmio complessivo di 212 euro/anno. Nel dettaglio, per l’elettricità la spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole[2] (compreso tra il 1° ottobre 2019 e il 30 settembre 2020) sarà di circa 496 euro, con una variazione del -12,2% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1° ottobre 2018 – 30 settembre 2019), corrispondente a un risparmio di circa 69 euro/anno. Nello stesso periodo, la spesa della famiglia tipo per la bolletta gas sarà di circa 1.006 euro, con una variazione del -12,4% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente ad un risparmio di circa 143 euro/anno. Il rialzo della bolletta elettrica, in un contesto di mercati all’ingrosso che registrano i primi segnali di ripresa dopo il crollo dei prezzi registrato nel secondo trimestre, è sostanzialmente legato ad un aumento dei costi per il funzionamento ed equilibrio del sistema (costi di dispacciamento). In generale, questi costi tendono ad aumentare nei periodi caratterizzati da bassi consumi in cui è necessaria una maggiore “movimentazione” degli impianti nel mercato per il servizio di dispacciamento. Le misure di contenimento dell’epidemia, riducendo la domanda elettrica, hanno contribuito ad aumentare il fabbisogno di risorse per il dispacciamento. L’Autorità sta comunque completando alcune analisi, nell’ambito delle attività di monitoraggio dei mercati che le competono, al fine di meglio valutare l’aumento di questi costi, anche tenendo conto dell’assetto strutturale del sistema elettrico nazionale. Nel dettaglio delle singole componenti in bolletta, nell’energia elettrica l’aumento è legato al rialzo della componente materia energia, a sua volta determinato da un aumento del +3,6% della voce di dispacciamento (PD), controbilanciato da un -0,3% della voce energia (PE).  Invariati gli oneri generali e le tariffe regolate di rete (trasmissione, distribuzione e misura) nonostante la riduzione del gettito dovuta al calo della domanda e l’incremento del peso degli incentivi per le fonti rinnovabili. Per il gas naturale l’andamento è determinato da un forte calo della spesa per la materia prima (-7% sulla spesa della famiglia tipo), legata alle quotazioni attese nei mercati all’ingrosso nel prossimo trimestre, in parte controbilanciato da un lieve aumento delle tariffe regolate di trasporto e distribuzione (+0,3%), determinato da una revisione prudenziale della componente di perequazione della distribuzione. Stabili gli oneri generali. Si arriva così al -6,7% per l’utente tipo in tutela. “L’utilizzo della flessibilità finanziaria ancora presente nel sistema e l’intervento straordinario previsto dal DL Rilancio – afferma il presidente di ARERA, Stefano Besseghini – ci hanno consentito di lasciare invariati gli oneri generali. Non è detto che nei prossimi trimestri, con l’auspicabile ritorno dei consumi ai livelli pre crisi e la conseguente ripresa dei mercati all’ingrosso, si confermino tali condizioni, ma in questa fase di rilancio dell’economia, dopo il periodo di lockdown,, era necessaria ogni misura in grado di consentire alle imprese e alle famiglie di riprendere il ritmo”. FONTE www.arera .it Delibera 241/2020/R/gas Delibera 240/2020/R/eel

× Hai bisogno di aiuto?
Comparatore
Wishlist 0
Open wishlist page Continue shopping