• info@assoben.it
  • Viale Montegrappa nr. 28 – 24047 Treviglio (BG)
  • Lun-Ven. 09:00 - 18:00
Sede Legale

AGGIORNAMENTO NORMATIVO GAS

Come di consueto, di seguito riporto una breve sintesi dei provvedimenti approvati nelle ultime settimane:

  • In relazione alla difficoltà per i clienti finali di trovare un fornitore, con delibera 493/2022/R/gas l’ARERA consente all’UdB di estendere al mese successivo e fino al 31 marzo 2023 le capacità conferite nel mese precedente;
  • L’Agenzia delle Entrate, in data 29 novembre, ha pubblicato la circolare 36/E che contiene chiarimenti in merito al credito di imposte per le imprese, per l’acquisto di energia e gas naturale;
  • La deliberazione 516/2022/R/gas è intervenuta sul tema relativo al default trasporto, sospendendo fino al 31/3/23 l’applicazione del comma 5.2 della delibera 88/2020, relativo alla maggiorazione del prezzo all’UdD dal terzo mese.
  • Con delibera 555/2022/R/gas l’ARERA approfondisce alcune tematiche in riferimento alle nuove modalità di conferimento delle capacità introdotte dalla 147/2019/R/gas che dovrebbe entrare in applicazione dall’anno termico 23/24, definendo, tra le altre, l’applicazione delle nuove disposizioni per alcune tipologie di utenza (T2, prelievi fuori punta, autotrazione), introducendo modifiche sulla sessioni di bilanciamento e aggiustamento in relazione sterilizzazione dei prelievi anomali (sostituiti dal prelievo convenzionale), indicando il 20 giugno come termine per l’aggiornamento del CA ed inserendo un sistema di incentivi per i distributori locali relativamente al settlement con decorrenza 2024.
  • Con la deliberazione 614/2022/R/gas, l’ARERA ha definito le modalità di regolazione delle partite economiche relative all’esecuzione dei contratti per differenza a due vie (CD2V) introdotti – nell’ambito delle misure urgenti volte a favorire il riempimento degli stoccaggi gas – al fine di fornire uno strumento di copertura del “rischio prezzo” tra i prezzi del gas nel periodo di iniezione e i prezzi durante il periodo di erogazione invernale. Con la medesima deliberazione, l’ARERA ha altresì definito le modalità di offerta – tramite prodotti a pronti – dei quantitativi di gas approvvigionati nell’ambito del servizio di stoccaggio di ultima istanza, prevedendo che la vendita dei suddetti prodotti avvenga attraverso uno stretto coordinamento tra il responsabile del bilanciamento ed il Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. (GSE). Nello specifico, tali quantitativi di gas di stoccaggio di ultima istanza, saranno negoziati dal responsabile del bilanciamento, anche per conto del GSE, nell’ambito del comparto AGS del Mercato del Giorno Prima (MGP-GAS) e del Mercato Infragiornaliero (MI-GAS) organizzati e gestiti dal GME.
  • La deliberazione 639/2022/R/gas si inserisce nel filone delle disposizioni sul servizio di default e, oltre a definire gli acconti da versare ai soggetti che erogano i servizi, rivede gli importi che i distributori sono tenuti a versare alla CSEA in caso non sia portata a termine la disalimentazione fisica del punto.
  • con delibera 669/2022/R/com l’ARERA, dando seguito ai Decreti Aiuti-ter e Aiuti-quater,  ha definito i contenuti minimi della comunicazione che i venditori devono inviare ai clienti che abbiano fatto richiesta del calcolo del credito d’imposta per i mesi di ottobre, novembre e dicembre 2022. La delibera specifica i contenuti della comunicazione, che deve pervenire al cliente entro 60 giorni dalla scadenza del periodo per il quale spetta il credito di imposta, e le sanzioni applicabili in caso di mancato rispetto dei termini.
  • La delibera 688/2022/R/gas dà corso alle modifiche proposte da Snam in tema di settlement e garanzie per il bilanciamento, al fine di tenere in considerazione le regolamentazioni europee e nazionali per il contenimento dei consumi.
  • Data la situazione emergenziale, l’ARERA con delibera 690/2022/R/gas ha stabilito una deroga alle forniture in regime di default trasporto per i clienti direttamente allacciati alla rete di trasporto, che consente, in caso di regolarità nei pagamenti, di proseguire con la fornitura fino al 31 marzo 2023. Con la medesima delibera ha poi sospeso le procedure di interruzione della fornitura fino al 31 dicembre 2022 (poi spostata al 15 gennaio 2023 con delibera 745/2022 e al 31 gennaio con delibera 4/2023).
  • La deliberazione 735/2022/R/com aggiorna le componenti tariffarie dal 1 gennaio 2023, mantenendo azzerate le componenti GS, RE, UG1 e UG3, aggiornando le componenti aggiuntive al trasporto e la QTi e azzerando i valori della componente UG2k. La delibera aggiorna anche i valori del bonus sociale per il 2023, definendo gli importi dei bonus integrativi relativi al primo trimestre 2023.
  • Con delibera 735/2022/R/gas sono state definite le tariffe di distribuzione e misura obbligatorie per l’anno 2023.
  • La delibera 737/2022/R/gas aggiorna la RTDG per la seconda parte del quinto periodo regolatorio (2020-2025), rivedendo i corrispettivi per le letture di switch, le remunerazioni delle operazioni di verifica della strumentazione e rivedendo le tempistiche di esazione e versamento delle componenti addizionali al trasporto. In riferimento a quest’ultimo aspetto, il Codice di Rete di Distribuzione è modificato inserendo al capitolo 12.4.4 la specifica che, qualora l’importo fatturato sia negativo, il DL deve procedere al pagamento dell’importo all’UdD entro 30 gg dffm.
  • Con delibera 2/2023/R/com l’ARERA ha disposto la proroga fino a fine 2023 delle agevolazioni tariffarie, già previste dalle deliberazioni 252/2017/R/com e 429/2020/R/com, a favore delle utenze site nelle zone rosse localizzate nel Centro Italia e in particolare, nei Comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2bis al decreto-legge 189/16 nonché delle utenze e forniture inagibili, localizzate nel Centro Italia e nei Comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio, che abbiano adempiuto all’obbligo di trasmissione della dichiarazione di inagibilità entro il 30 aprile 2021 all’Agenzia delle Entrate e all’Inps. I gestori del SII ed i venditori devono pubblicare sul sito le misure di questo provvedimento.
  • La delibera 4/2023/R/gas, oltre ad aver esteso il divieto di sospensione delle forniture in default trasporto già citate sopra, approva le modifiche alla procedura di gestione delle garanzie per il sistema di bilanciamento per il periodo dicembre 22-marzo 23, che introducono un termine che tenga conto della riduzione dei prelievi presso i city gate.
  • Il DL 198 del 29/12/2022 ha modificato l’art. 3 del DL n 115 del 9/8/22, spostando il divieto di applicare modifiche unilaterali nei contratti di fornitura dal 30 aprile al 30 giugno 2023, ma specificando che tale divieto non si applica alle clausole contrattuali che consentono ai fornitori di aggiornare le condizioni economiche alla scadenza delle stesse.
  • La Legge di bilancio 2023, tra le altre disposizioni, rinnova il credito d’imposta per il primo trimestre 2023, a condizioni simili a quelle dei trimestri precedenti (ossia se il prezzo medio del MI-GAS del Q422 è risultato superiore per più del 30% rispetto allo stesso trimestre del 2019), ma portando la percentuale al 45% sia per imprese a forte consumo di gas sia a quelle diverse da queste. Il provvedimento rinnova per il primo trimestre 2023 anche la riduzione dell’IVA al 5% sul gas usato per combustione per usi civili e industriali, includendo nell’agevolazione anche il servizio energia ed il teleriscaldamento. Dispone l’azzeramento delle componenti tariffarie e stanzia risorse per l’applicazione di aliquote negative per i primi 5.000 smc consumati che l’ARERA ha recepito con la delibera 735/2022. Definisce in 15.000 € il valore dell’ISEE che per il 2023 consente l’ammissione ai bonus sulle forniture di energia e gas da riconoscere ai clienti in condizioni economiche svantaggiate.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

× Hai bisogno di aiuto?
Comparatore
Wishlist 0
Open wishlist page Continue shopping