• +39 340 844 0449
  • Viale Montegrappa nr. 28 – 24047 Treviglio (BG)
  • Lun-Ven. 09:00 - 18:00
Sede Legale

Venditori Porta a Porta “istruzioni per l’uso ” 6 regole d’oro

Venditori Porta a Porta “istruzioni per l’uso ” 6  regole d’oro

Ecco alcuni consigli che puoi seguire per difenderti da contratti luce e gas senza il tuo consenso:

  1. Non credere a fantomatici rimborsi o a sconti esagerati, spesso i finti consulenti promettono alle loro potenziali vittime di avere diritto a 700 euro di rimborso solo se firmeranno il contratto o “l’adeguamento prezzo ” inoltre potrebbero anche dire nel caso si trovassero davanti a una persona di oltre 70 anni, che data l’età ha diritto a un importante sconto sulle tasse rispetto ad altri clienti. Naturalmente è tutto falso sono solo bugie in malafede per convincervi a firmare un contratto che molto probabilmente non sarà conveniente.
  2. Chiedi al venditore porta a porta di mostrarti il tesserino identificativo della società di vendita. Può capitare, che si tratti di un tesserino falso ma è comunque per voi un buon pretesto per recuperare i dati della persona e dell’azienda per cui dice di lavorare.
  3. Non firmare mai nessun contratto: i finti venditori cercheranno di farti firmare un foglio, che in seguito si rivelerà essere un contratto di luce e gas. Nel caso in cui sarete interessati all’offerta potrete chiedere al venditore di lasciarvi il contratto per inviarlo in un secondo momento al fornitore per email.
  4. Non far vedere mai una bolletta ad un finto venditore: dalla fattura di luce e gas si possono ricavare tutte le informazioni relative alle utenze. Il venditore porta a porta potrebbe ricavare dalla bolletta i tuoi dati anagrafici e quelli delle utenze di luce e gas (codici POD e PDR), facendoti così un cambio fornitore non voluto.
  5. Non credere che se non adeguerai i prezzi con loro avrai gravi problemi sulle tue utenze luce e gas, come per esempio che il tuo fornitore sta fallendo e presto rimarrai senza corrente. Se cosi fosse sarebbe il tuo fornitore ad informarti e ti darebbe la possibilità nei tempi previsti per legge di trovarti un fornitore alternativo.
  6. Non far vedere il contatore da ipotetici tecnici che possono trovare la scusa del contatore rotto: nel caso in cui il tuo contatore avesse bisogno del controllo di un tecnico del distributore, quest’ultimo avviserà il cliente tramite una comunicazione scritta.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

× Hai bisogno di aiuto?
Comparatore
Wishlist 0
Open wishlist page Continue shopping